Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Il dramma sociale e morale della peste nei Promessi Sposi

ottobre 17 @ 21:00 - 22:30

Gratuito
Promessi Sposi la peste

Il dramma sociale e morale della peste nei Promessi Sposi Reading dei capitoli XXXII, XXXIII, XXXIV, XXXV, XXXIV

a cura di Mino Manni
Letture di Mino Manni e Marta Ossoli
Accompagnamento di musiche per violino

in collaborazione con Associazione Italiana di Cultura Classica, sez. di Lecco

La peste è uno dei temi più importanti del romanzo e durante la serata seguiremo il peregrinare di Renzo in cerca di Lucia attraverso una Milano fatiscente, ridotta a una sorta di inferno terreno. Il giovane è qui testimone di episodi toccanti (uno su tutti l’estremo saluto di una povera madre alla figlia Cecilia morta di peste prima che venga gettata sul carro dei monatti) ma anche dolorosi e terrificanti, in cui la follia e la stupidità umana arriva al suo culmine condannando poveri innocenti con l’accusa di essere untori, ovvero portatori di peste.

Le descrizioni di Manzoni di una città sconvolta, ostile, in cui le norme della quotidianità sono rovesciate, sono macabre e molto realistiche: un inferno che tutt’oggi possiamo trovare in paesi e luoghi molto più vicini a noi di quello che pensiamo.

La peste fu una piaga che raggiunse Milano nel 1630 e falcidiò più della metà della popolazione; e il Manzoni ce la racconta come se fosse un monito, ma allo stesso tempo una possibilità concreta di riscatto umano attraverso la solidarietà e l’aiuto reciproco: una speranza che deve nascere prima di tutto dal cuore degli uomini e poi arrivare dal Cielo.

Marta Ossoli

Marta Ossoli

Attrice, si diploma nel 2011 all’Accademia dei Filodrammatici di Milano. La sua esperienza professionale spazia dalla tragedia antica (Mythos prodotto dal CTB) ai capolavori italiani del primo Novecento (La coscienza di Zeno da Svevo, diretta da Maurizio Scaparro; Non si sa come di Pirandello), passando da Cechov (Cechoviana), fino ad arrivare alla drammaturgia contemporanea extraeuropea (Terrorismo dei fratelli Presnyakov). Una nota particolare meritano gli incontri shakespeariani: è per due volte la contessa Olivia nella Dodicesima notte di Lorenzo Loris e in quella diretta da John Pascoe al Teatro Licinium di Erba, teatro in cui veste per la prima volta i panni della protagonista come Regina del Nilo, interpretando Cleopatra in Antonio e Cleopatra. Sorprende e diverte anche il pubblico dei più piccoli con un’inedita Biancaneve affiancata dalle marionette della storica compagnia milanese di Gianni e Cosetta Colla. Nel 2015 vince il premio della giuria “Luigi Vannucchi” con La Monaca di Monza di Giovanni Testori, autore che ama e che omaggia mettendo in scena il monologo Cleopatràs con la regia di Mino Manni. E proprio questo monologo le vale il Premio Nazionale Franco Enriquez 2017 nella categoria Giovani Grandi Interpreti. Dottoressa in Filosofia vede nel teatro un mezzo privilegiato di ricerca, confronto e condivisione collettiva.  

Mino Manni

Diplomato alla bottega teatrale di Vittorio Gassman, ha lavorato con i più grandi registi del teatro italiano tra cui Massimo Castri, Giancarlo Cobelli, Cesare Lievi, Antonio Calenda e Jerôme Savary, direttore della Comédie Française di Parigi. Ha recitato con Glauco Mauri per cinque anni interpretando opere di Goldoni, Shakespeare e Dostoevskij facendo tournée in Italia e all’estero. Ha recitato anche con Alessandro Preziosi, Kim Rossi Stuart, Michele Placido, Silvio Orlando, Franco Branciaroli, Gabriele Ferzetti. Premiato al Montegrotto Teatro Festival come miglior attore, per il cinema ha lavorato, tra gli altri, con i registi Alessandro D’Alatri, Dario Argento, Michele Placido, Marco Bellocchio. Attualmente collabora con il giovane regista Alberto Oliva con cui ha realizzato: il monologo Garibaldi amore mio (scritto da Maurizio Micheli), La donna che visse due volte, La confessione (monologo tratto da I Demoni di Dostoevskij), Il ventaglio di Carlo Goldoni; Il mercante di Venezia di Shakespeare nel ruolo di Shylock, Il giocatore (sempre di Dostoevskij), Enrico IV di Pirandello, Mozart e Salieri e Don Giovanni di Puskin.

Mino Manni

Mino e Marta si incontrano nel 2012 in occasione dell’allestimento di Antonio e Cleopatra di William Shakespeare per la regia di John Pascoe al Teatro Licinium di Erba nel quale interpretavano i due protagonisti. Da allora collaborano all’insegna della riscoperta dei grandi classici letterari e del valore della parola: da Shakespeare a Manzoni arrivando fino a Testori.

EVENTI CORRELATI

festival lingua italiana

Convegno “Festival della lingua italiana”

Politecnico – Polo di Lecco, Via Previati 1/C Lecco, Italia

Quel ramo del lago di Como

Canottieri Lecco, Società Canottieri Lecco - Via Francesco Nullo 2 Lecco, 23900 Italia
Promessi Sposi la peste

Il dramma sociale e morale della peste nei Promessi Sposi

Aula Magna Liceo “A. Manzoni”, Via Antonio Ghislanzoni, 7 Lecco, LC 23900 Italia
Manoscritto Gli Sposi promessi

Radiografia di un capolavoro: il ruolo degli anonimi

Palazzo delle Paure, Piazza XX Settembre, 22 Lecco, Italia
Lecco Casa di Lucia Olate

La notte degli imbrogli

Olate, Piazza Ss. Vitale e Valeria Lecco, Italia
Renzo e Lucia teatro De Gli Incamminati

Renzo e Lucia, promessi sposi. Mistero della giustizia e della Provvidenza

Teatro Cenacolo Francescano, Piazza Cappuccini, 3 Lecco, 23900 Italia
Lecco Pescarenico © emilio buzzella

Addio, monti sorgenti dall’acque, ed elevati al cielo…

Pescarenico, Piazza Era Lecco, Italia

Dettagli

Data:
ottobre 17
Ora:
21:00 - 22:30
Prezzo:
Gratuito
Categoria Evento:

Luogo

Aula Magna Liceo “A. Manzoni”
Via Antonio Ghislanzoni, 7
Lecco, LC 23900 Italia
+ Google Maps